» Home

Norcia

Superficie 27.434 ha - Popolazione 4.900. Altitudine capoluogo mt. 604 s.l.m.

Sorta in un luogo abitato fin dal paleolitico, Norcia acquistò una certa importanza in epoca romana. Dapprima prefettura, fu eretta a municipio dopo la guerra sociale. La sua fama era legata alla qualità dei prodotti, alla rigidità del clima ed ai suoi figli più illustri: Quinto Sertorio, eroe repubblicano, e la madre dell'imperatore Vespasiano, Vespasia Polla. In epoca medievale si costituì in comune autonomo in continua espansione, principalmente a discapito del feudo dell'Abbazia benedettina di S. Eutizio. Nel 1569 a Norcia venne istituita la Prefettura della Montagna con giurisdizione su Cascia, Cerreto, Monteleone, Montemonaco, Montegallo, Arquata e Labro. La città era divisa in 8 guaite che corrispondevano al numero delle porte di accesso ed erano amministrate autonomamente; il suo territorio era invece suddiviso in Castelli, centri fortificati, e Ville, insediamenti aperti. Nel 1820 venne ripristinata la Diocesi soppressa nei primi secoli, che attualmente è stata riunificata con quella di Spoleto. Malgrado le distruzioni provocate a più riprese dai terremoti, la città conserva ancora la cinta muraria medievale con torri e porte.
Norcia ha dato i natali nel 480 a San Benedetto e Santa Scolastica, fondatori dell'ordine monastico Benedettino. La fama degli abitanti di Norcia è legata alla lavorazione della carne di maiale tanto che questo mestiere viene indicato con il termine "norcino".

Monumenti principali:
Basilica di S. Benedetto (sec. XIV, con resti di epoca romana); - Palazzo Comunale (origine del sec. XIII); - La Castellina (sec. XVI su progetto del Vignola, con museo civico - diocesano); Cattedrale di S. Maria Argentea (sec. XVI); - Chiesa di S. Francesco (sec. XIV); - Chiesa di S. Agostino (sec. XIV); - Chiesa di S. Lorenzo (origine del sec. Vl); - Oratorio di S. Agostinuccio (sec. XVII); - Chiesa di S. Filippo o della Madonna Addolorata (sec. XVII); - Colleggiata di S. Giovanni (secc. XV-XVIII); - Chiesa e monastero di S. Antonio (sec. XVI); - Tempietto (sec. XIV); - Porte e mura medievali della Città; - Portico delle misure (sec. XV); - Criptoportico romano; - Palazzo dei Cavalieri di Malta (Centro etnografico); - Teatro civico (sec. XIX); - Archivio Storico Comunale; - Palazzi Signorili dei secc. XVI-XVII-XVIII lungo le principali vie cittadine.

Feste, Manifestazioni, Mostre:
17 Gennaio (Festa di S. Antonio Abate con benedizione degli animali e banditura delle agnelle); o 10 Febbraio (Festa di S. Scolastica); o Ultimo fine settimana di Febbraio ("Mostra mercato del Tartufo nero pregiato di Norcia e dei Prodotti tradizionali della Valnerina" con mostre e convegni); o 20/21 Marzo (Festa di S. Benedetto); o Venerdì Santo (Processione del Cristo morto con quadri viventi); o 2° o 3° domenica di Giugno (Festa della Fiorita a Castelluccio); o Agosto (Estate Nursina, Festa delle Guaite e patrocinio di S. Benedetto); o 16 Agosto (Tradizionale fiera "de senti 'n po'"); o 8 Settembre (Festa della Madonna delle Grazie); o 3° Domenica di Settembre (Festa della Madonna Addolorata); o 9 Dicembre (Festa delle Campane o Li Fauni)

Frazioni e località principali:
Ancarano (Norcia) quattro nuclei rurali: Chiesa santuario della Madonna Bianca (sec. XV), Chiesa parrocchiale di S. Benedetto (sec. XV), Chiesa di S. Antonio Abate (sec. XIV), Chiesa di S. Matteo (sec. XV) e ruderi del castello di Castelfranco (sec. XIV);
Aliena (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Eutizio (sec. XV), Chiesa di S. Maria della Neve (sec. XVI);
Agriano (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Vito (sec. XV), Chiesa di S. Nicola (sec. XVI);
Argentigli (Norcia) paese abbandonato: ruderi della Chiesa di S. Lorenzo (sec. XIV);
Belvedere (Norcia) paese abbandonato: Chiesa della Madonna della Valle (sec. XVI);
Biselli (Norcia) castello di pendio: Chiesa parrocchiale di S. Leonardo (sec. XIV), Chiesa di S. Maria della Porta (sec. XVI), Chiesa di S. Martino (sec. XIII);
Campi (Norcia) castello di pendio: Chiesa santuario di S. Salvatore (sec. XIV) antica pieve, Chiesa parrocchiale di S. Andrea (sec. XV), Chiesa di S. Maria di Piazza (sec. XIV), Chiesa di S. Antonio Abate (sec. XVI) e l'eremo della Madonna della Croce (sec. XIV);
Casali di Serravalle (Norcia) nucleo rurale: Chiesa parrocchiale di S. Lorenzo (sec. XVII), Chiesa di S. Maria delle Grazie (sec. XVII);
Castelluccio (Norcia) castello di poggio: Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta (sec. XVI), Chiesa del Sacramento (sec. XV), Chiesa di S. Maria della Cona (sec. XVI), piani, scuola di volo libero e coltivazioni di lenticchia;
Colle Usigni (Norcia) paese abbandonato: ruderi della Chiesa di S. Cipriano (sec. XV);
Cortigno (Norcia) castello di pendio: Chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo (sec. XIV), Chiesa di S. Maria (sec. XVI);
Forca Canapine (Norcia) nucleo turistico: Campi sciistici;
Forca di Ancarano (Norcia) luogo degli scavi archeologici di un tempio italico ed area attrezzata per pic-nic;
Forsivo (Norcia) castello di poggio: Chiesa parrocchiale di S. Apollinare (sec. XIV), Chiesa di S. Antonio Abate (sec. XIV), Chiesa di S. Maria delle Grazie (sec. XVII);
Frascaro (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Antonio Abate (sec. XV), Chiesa della Cona o di S. Maria di Loreto ( sec. XVI);
Legogne (Norcia) castello di pendio: Chiesa parrocchiale di S. Martino (sec. XV), Chiesa di S. Anna (sec. XVII), Chiesa di S. Maria Assunta (sec. XVI);
Madonna della Quercia (Norcia) luogo di un antico santuario mariano al centro della zona denominata Capoalcampo dove si svolgevs la fiera di mezzagosto;
Marcite (Norcia) prati perenni irrigui di sistemazione benedettina;
Nottoria (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Stefano (sec. XVI), quercia monumentale e fonte medievale;
Ocricchio (Norcia) castello di poggio: Chiesa parrocchiale di S. Eutizio (sec. XV);
Onde (Norcia) paese abbandonato: ruderi della Chiesa di S. Maria (sec. XV);
Ospedaletto (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Lorenzo (sec. XV), Chiesa di S. Filippo Neri (sec. XVII);
Paganelli (Norcia) nucleo rurale: Chiesa di S. Salvatore (sec. XVI);
Pescia (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale dei SS. Ansovino e Carlo Borromeo (sec. XVII), Chiesa di S. Antonio Abate (sec. XIV), Chiesa di S. Maria Maddalena (sec. XVI);
Piediripa (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Antonio Abate (sec. XVI), Chiesa della Madonna del Rosario (sec. XVI);
Popoli (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Emidio (sec. XVIII), Chiesa di S. Pietro ( sec. XV);
S. Andrea (Norcia) villa di transito: Chiesa di S. Andrea (sec. XVI);
S. Marco (Norcia) castello di poggio: Chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista (sec. XVI), Chiesa di S. Marco (sec. XV), Chiesa di S. Maria Annunziata (sec. XVI);
S. Pellegrino (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Pellegrino (sec. XV), Chiesa di S. Giuliana (sec. XIV), Chiesa e convento di S. Maria di Montesanto (sec. XIV);
S. Scolastica (Norcia) luogo del primo insediamento benedettino femminile;
Savelli (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo (sec. XV);
Serravalle (Norcia) castello di pendio: Chiesa parrocchiale di S. Pietro (sec. XV), Chiesa ed eremo di S. Claudio (sec. XV);
Valcaldara (Norcia) villa di transito: Chiesa parrocchiale di S. Maria (sec. XVI), Chiesa di S. Giovanni (sec. XIV), Chiesa di S. Pietro (sec. XVI);

Enti Territoriali del CEDRAV


Il CEDRAV raccoglie la documentazione, effettua ricerche su aspetti delle culture locali nella dorsale appenninica umbra.

Progetto Atlante


L'Atlante consente l'esplorazione analitica delle informazioni sul patrimonio culturale e ambientale della Valnerina secondo una pluralità di approcci, territoriale, tematico, temporale, e la loro... Entra...

Progetto Ecomuseo


Ripercorrendo storici itinerari con carovane di muli, allo stesso passo dei viandanti di un tempo. Ripercorrendo storici itinerari con carovane di muli, allo stesso passo dei viandanti di un tempo. Entra...